Shopping Cart
Your Cart is Empty
Quantity:
Subtotal
Taxes
Shipping
Total
There was an error with PayPalClick here to try again
CelebrateThank you for your business!You should be receiving an order confirmation from Paypal shortly.Exit Shopping Cart

FabiOOttico

" Guarda il mondo con occhi nuovi "

Blog

visualizza:  completo / riassunto

Da una stanza vuota e bianca a FabiOOttico

Pubblicato il 26 ottobre 2017 alle 00.55

La prima volta che sono entrato in negozio...... si presentava così:

Genesi di FabiOOttico

Pubblicato il 25 ottobre 2017 alle 11.25

........" C'era una volta....."

Benvenuti a tutti,

Non sono abituato a scrivere e quindi spero di riuscire a non annoiarvi.

E' strano a distanza di due anni scrivere la genesi di FabiOOttico, ma d'altronde bisogna iniziare da un origine per poter raccontare una storia.

Mi chiamo Fabio Borghi e faccio l'ottico dal lontano 1995. Ho collaborato nel corso di questi anni in alcuni dei più prestigiosi negozi di ottica di Milano. In queste realtà mi sono forgiato ed ho appreso  i segreti che ad oggi porto con me nello svolgimento della mia professione. 

Ho lavorato a contatto di tanti colleghi ed ho conosciuto tantissime persone nelle  varie realtà. Ognuna di esse ha lasciato dentro me qualcosa e quel qualcosa mi è servito per poter diventare quello che oggi sono.

A parte i primi due anni appena uscito da scuola,in cui lavoravo in un negozio storico di Milano,  sin da subito in me è emersa la volontà di " gestire" in autonomia il mio lavoro, ma capite bene che pensare di poter fare questo passo con così poca esperienza era solo un bel progetto a cui aspirare in tempi più maturi.

Ad aiutarmi nel processo di evoluzione è stato Moreno nel 1998 che credendo in me sin da subito ha fatto si che abbandonassi il mio primo lavoro da assoluto dipendente e mi imbarcassi in una delle esperienze più importanti che abbia affrontato. Dopo un mesetto di " collaudo" Moreno mi ha lasciato in mano il suo negozio e me lo ha fatto gestire in completa autonomia , abbandonandomi anche per lunghi periodi.

E' stata una grande sfida per me anche perchè parliamo di un negozio in cui la clientela era per la maggior parte quella che chiameremmo VIP ed i prodotti erano estremamente esclusivi. Prova superata 

Nel 2000 mi viene proposta la "direzione" di un negozio di riferimento in un Comune della cintura milanese, clientela completamente diversa, prodotti più commerciali con due sedi nello stesso comune. Prova superata

Nel 2004 inizio a lavorare per un grosso negozio nell'alto milanese avendo tra l'altro due colleghi da gestire.Grande impegno legato ad orari difficili e alla necessità di far risalire economicamente il negozio in questione. Prova superata.

Nel 2009 un po stanco dell'eccessiva responsabilità accumulata negli anni precedenti decido di fare una scelta non convenzionale....... tornare a fare il dipendente per una catena di negozi di ottica e comprendere aspetti di marketing, comunicazione e rapporti interpersonali tra colleghi che non avevo mai vissuto. Riesco a resistere ad orari impossibili da centro commerciale ed a politiche aziendali terrificanti fino al 2012 poi mi arrendo. Da questa esperienza ho capito come siano inutili ed improduttivi certi "leverage " negativi che queste catene adottano nei confronti dei loro dipendenti che spesso per necessità devono accettare situazioni che non fanno parte della civiltà dell'ultimo secolo.

Nel 2012 torno alla carica e riesco ad ottenere un lavoro a tempo indeterminato in uno dei templi dell'occhialeria milanese, un negozio che vanta più di 100 anni di storia. Esperienza affascinante e molto difficile allo stesso tempo. Ritornare in un negozio della " vecchia Milano" dove i clienti sono tali da cinque generazioni, dove il saluto è un piacere e non un obbligo, dove ognuno di loro è un membro di una grandissima famiglia che ha cognomi diversi ma che sono i  più importanti che vi possano venire in mente, è bello ma molto molto impegnativo.

Divento il direttore del loro secondo negozio dopo un periodo passato nel primo "storico negozio". Nel 2014, la svolta.............

Comprendo che i tempi per me sono "maturi" e carico della formidabile esperienza maturata in ambienti così diversi penso che sia ora di mettere sul campo DA SOLO le mie reali volontà.

APRIRE IL MIO NEGOZIO.

Mi licenzio e comincio a riordinare le idee. Alcuni miei colleghi mi hanno dato del pazzo aprire in un momento di crisi come questo...

Nel maggio del 2015 finisco il piano di attuazione e cerco i fondi per aprire, nel giugno dello stesso anno individuo il luogo ed inizio ad elaborare l'immagine ed il nome che la mia creatura avrebbe dovuto avere.

Avrebbe dovuto rispecchiare il mio modo di lavorare:

-Colori caldi ed accoglienti

-ambiente informale e senza barriere (banconi)

-zona vendita a contatto diretto con il cliente

-tecnologia di ultima generazione

- niente camice da professorone indosso

E il nome?

Tante sono state le idee..... poi ho pensato che sarebbe stato meglio mettere il mio nome e la professione...

Le due o vicine si prestavano bene per formare un occhiale ed allora.....

FabiOOttico era la soluzione




Rss_feed